Caminetti ad aria

I nostri termocamini sono dotati di una tecnologia che permette di accompagnare alla combustione primaria un processo di combustione secondaria, grazie all’immissione nel focolare di ossigeno ad alta temperatura tramite apposti fori. Questo processo aumenta sensibilmente il rendimento del termocamino riducendo la produzione di gas nocivi (CO) e regolarizzando l’uscita di anidride carbonica (CO2), rispettando così l’ambiente. L’aria deputata al riscaldamento degli ambienti viene fatta passare in apposite tubazioni all’interno del corpo del termocamino e non va mai a mescolarsi con l’aria proveniente dal processo di combustione e con i relativi gas. I soffi di aria calda vengono diffusi grazie a speciali convettori, in modo da distribuire il calore in modo uniforme in più ambienti simultaneamente.

Come è fatto un caminetto ad aria. Il termocamino ad aria consta di un sistema di diffusione di aria calda costituito da uno o più ventilatori: tramite canalizzazioni realizzate con tubi flessibili e estendibili in alluminio coibentato o in acciaio zincato, l’aria può essere inviata anche negli ambienti adiacenti alla posizione dell’impianto, mentre nella camera di combustione è collocato uno scambiatore di calore in cui transita l’aria che andrà poi propagata per tutto l’ambiente della vostra casa. Similmente le bocchette di presa d’aria devono avere una collocazione funzionale a una distribuzione del calore uniforme e omogenea in tutti gli ambienti. In alcuni modelli è possibile trovare un elettroventilatore che incentiva la fuoriuscita di aria calda dalle bocchette. Il termocamino a aria è costituito da un focolare interno realizzato in materiale refrattario con uno sportello in vetro temprato altamente resistente alle alte temperature con apertura basculante, a sali e scendi o nella versione tradizionale: l’aria si diffonde tramite questa piccola apertura che viene accumulata dal distributore, collocato generalmente al di sopra al camino. Il focolare del termocamino è variamente personalizzabile per grandezza e dimensione della sua apertura, ma si deve tener conto che una struttura troppo piccola non permette di ottenere un riscaldamento adeguato in tutti gli ambienti, risultando in questo modo un impianto inutile e dispendioso. Inoltre, non dimentichiamo, di affidarci a un tecnico per l’installazione del comignolo per la fuoriuscita dei fumi garantendoci un prodotto funzionale e di elevate prestazioni tecniche sia nel riscaldamento che nella produzione di acqua calda nel rispetto della normativa vigente.